Skip to content
Pubblicità
Troppatrippa.com

Il monumento ai trippai


PORTOGALLO – Disegnato dal professor Lagoa Henriques, ed inaugurato il 27 agosto del 1960 in occasione delle celebrazioni del quinto centenario della morte di Enrico di Aviz, il Monumento aos Tripeiros è situato ad Oporto, nel Jardim do Passeio Alegre di Largo de António Calém. Nell’estate del 1415, il condottiero portoghese poi passato alla storia come Enrico il Navigatore, a fianco del padre e dei fratelli Edoardo e Pietro, partì alla conquista di Ceuta, città che aprì al Portogallo grandi possibilità di sviluppo commerciale. Gli abitanti di Oporto, secondo la leggenda, si privarono della carne bovina per donarla alla flotta navale della Prima Armada in partenza per Ceuta, adattandosi a mangiare le frattaglie rimaste e guadagnandosi da allora l’appellativo di “tripeiros” (“trippai”, ma nel senso di “mangiatori di trippa”). A questo storico avvenimento si vuole far risalire anche la creazione di uno dei piatti tradizionali cittadini, quelle tripas à moda do Porto di cui la “capital do norte” va giustamente fiera. La statua di bronzo, composta da tre figure, da una mucca macellata e da un muro commemorativo sul quale è riportato l’itinerario della spedizione, vuole simboleggiare la gratitudine nei confronti degli abitanti della città portoghese per il loro sacrificio.

Condividi questo articolo

Altri articoli che potrebbero interessarti

In ritardo per la trippa

“La promessa” è una soap opera televisiva spagnola del 2022 che racconta le vicende di Jana, determinata a vendicare sua […]

Il più recente Quaderno pubblicato: acquistalo subito!

Troppa Trippa

Come ricorda Leo Codacci nella prefazione al volume originale, in “Troppa Trippa” Indro Neri ha proposto “uno studio, una ricerca accurata, un atto di amore che esaltano la stessa storia tenuta in vita a Firenze dai ventisette trippai” ed il volume, che era di quasi duecento pagine ma viene ora ripubblicato in agili Quaderni, “è anche far poesia di quella vera… particolarmente per la trippa”. In questa deliziosa ricerca, che aveva impegnato l’autore per tre lunghi anni, era contenuta la storia dei trippai dall’antichità ad oggi, le ricette toscane sulla trippa, quelle regionali da tutta Italia e quelle caratteristiche di ogni nazione oltre ad indicazioni culinarie ripescate da antichi manoscritti o grazie alla tradizione popolare; e ancora curiosità sulla trippa, notizie sulle confraternite italiane e straniere per la promozione della trippa nel mondo, la trippa nella poesia, nella letteratura e nei fumetti, modi di dire e proverbi sulla trippa e molto altro ancora. Tutti questi contenuti – rivisti ed ampliati da nuove ricerche – vengono ora raccolti periodicamente nella collana dei Quaderni di TroppaTrippa.com, pubblicazioni tematiche per la gioia di chi ama la trippa anche se è troppa.

Chi è Indro Neri

Fiorentino, editore, scrittore e giornalista, dal 1997 Indro Neri si occupa di trippa, collabora regolarmente a riviste, siti Internet e blog, ed ha al suo attivo numerosi libri. Appassionato di viaggi e di storia della gastronomia italiana e straniera, è stato ospite di Rai Uno e Rete 4 in veste di esperto di trippa nel mondo ed è tuttora regolarmente invitato a presenziare fiere, concorsi ed eventi gastronomici sul quinto quarto. Uno dei fondatori della Accademia della Trippa nel 2008, nel 2019 è stato insignito del titolo di Commendatore d’Onore della Confraternita d’la Tripa di Moncalieri e dal 2023 fa parte della North American Tripe Association. Indro è sempre disponibile per collaborazioni, interventi e presentazioni sulle mille curiosità legate al tema della trippa.

Tutti gli eventi a cui Indro ha partecipato

Filtra per argomento
Microfinanziamenti di trippa

Per salvaguardare e promuovere la tradizione della trippa, parte del ricavato della vendita dei Quaderni di TroppaTrippa.com viene utilizzato per finanziare trippai nel resto del mondo impegnandosi attivamente in progetti che – in una maniera o nell’altra – hanno a che vedere con il quinto quarto.

Clicca qui per l’elenco dei progetti microfinanziati con le vendita dei Quaderni


Sito riconosciuto

dall’Accademia della Trippa