Pubblicità


 

 

 

 

Un sito e un libro per gli appassionati di trippa

Sull'onda del successo di "Troppa trippa", a grande richiesta abbiamo deciso di aprire un sito Internet interamente dedicato a quello che viene simpaticamente apostrofato come il "quinto quarto". Questa collezione di 421 pagine elettroniche si propone di raccogliere, integrare e presentare nuovo materiale, idee, notizie e ricette insolite - grazie anche alla preziosa collaborazione dei lettori - come parte del processo di pubblicazione delle prossime edizioni cartacee, coinvolgendo appassionatamente in una comunità virtuale tutti quelli che non battono ciglio di fronte alla trippa, anche se è troppa.


Il più recente Quaderno pubblicato

Tutti i Quaderni di TroppaTrippa.com


Gli articoli più letti

 Trippa e cipolle in terza classe - La mattina del 12 aprile i passeggeri di terza classe del Titanic fecero colazione, tra le altre cose, anche con il tradizionale piatto britannico di trippa e cipolle. Lo testimonia un mený ritrovato nella giacca di uno degli sfortunati passeggeri.
 Una ricetta americana di trippa del tempo di guerra - Il libro americano del 1941 "Food facts for the kitchen front" interamente dedicato alla cucina per il tempo di guerra, propone una ricetta di trippa con sedano che ricorda da vicino la tradizionale trippa con cipolle inglese.
 Tutti a bordo del treno che va a trippa - La compagnia Svensk Biogas ha realizzato ed inaugurato nell'ottobre del 2005 il primo treno del mondo alimentato a... mucche. Il metano che lo alimenta viene prodotto non solo da escrementi bovini ma anche da scarti di macellazione.
 Non toccate le mucche! - Il divieto di cibarsi di carne bovina risale ai Veda, l'antichissima raccolta di testi sacri del ventesimo secolo avanti Cristo diventata successivamente di primaria importanza per gli induisti. Lo stesso termine "aghnya", che indica la mucca da latte, significa in sanscrito "colei che non si può macellare".
 Cervello di trippa - "Io vorrei sapere che cosa ha lui che io non ho" chiede Gianni alla dottoressa. "Un cervello" risponde lei uscendo. Al che Gianni sbotta "Ma tu ci hai la trippa in testa!". Stiamo parlando di una scena del film americano "Abbott and Costello meet Frankenstein" del 1948.


Since June 2008 - © Aerostato, Seattle - All Rights Reserved.