Skip to content
Pubblicità
Troppatrippa.com

Non ti curar di lor, ma guarda e passa

Su Internet si trova di tutto e di più. Ora poi, in questo Far West dell’Intelligenza Artificiale, che permette di farsi scrivere interi testi e farsi disegnare illustrazioni, non c’è più limite alla fantasia umana. Certo è che gli articoli ottenuti in maniera automatica si riconoscono lontano un miglio, così come le illustrazioni elettroniche che più spesso che no includono elementi grafici a caso. Uno di questi articoli spazzatura (mai il “Non ti curar di lor, ma guarda e passa” dantesco fu più attuale) è “Michael Jackson mangia il lampredotto e beve vino Chianti a Firenze romanzo sul re del Pop“, un titolo che la dice lunga sul vero scopo, essendo pieno di termini-esca per tutti i gusti (“Michael Jackson”, “lampredotto”, “vino Chianti”, “Firenze”, “re del Pop”) che invitano a cliccarci sopra.

Recentemente pubblicato, si tratta di una accozzaglia di parole scritte chiaramente da una macchina senza alcun intervento editoriale, illustrate da otto vignette digitali con didascalia, e suddivise in una serie di sezioni e paragrafi infarciti di banali spiegazioni, ripetizioni e link scelti ad arte: una strategia che fa contenti i motori di ricerca ed aumenta la visibilità in rete. Con altri strumenti di Intelligenza Artificiale, il tutto è stato poi convertito in un video e caricato anche su YouTube per raggiungere chi ormai si fa una “cultura” guardando solo videoclip sui social.

“L’idea di questo romanzo nasce da un aneddoto reale: Michael Jackson visitò Firenze nel 1997 e si dice che abbia assaggiato il lampredotto, un piatto tipico street food della città fiorentina”. Me l’ero perso nei miei ventisette anni di ricerche sulla trippa? Ricontrollando ho scoperto di no (in realtà Michael Jackson ha davvero visitato Firenze in almeno due occasioni, ma è stato nel 1988 e nel 2006, non nel 1997).

Da questo primo paragrafo di apertura il “romanzo” continua sciorinando una serie di frasi lapalissiane scritte per riempire pagine di altro testo insulso. Nel leggerlo saltano subito agli occhi: la struttura all’inglese del paragrafo, corto e ripetitivo, tipico delle creazioni di testi digitali; le illustrazioni imprecise (in una di queste Michael Jackson ha addirittura tre mani); la confusione che nel testo viene fatta fra trippa e lampredotto (ed i suoi condimenti), la mancanza di una rigorosa coerenza temporale, e le discutibili scelte linguistiche (per esempio quando si riferisce al trippaio come allo “chef fiorentino”). In chiusura non manca un’altra perla autoincensante: “Il romanzo Michael Jackson che mangia il lampredotto a Firenze è una storia divertente e commovente che offre una prospettiva inedita sulla vita del Re del Pop”.

Fatemi il piacere.

Condividi questo articolo

Altri articoli che potrebbero interessarti

Trippa e poesia a Montemassi

Venerdì 12 luglio alle 21:15, nella suggestiva piazza della chiesa di Montemassi in provincia di Grosseto, la compagnia Spazio Scenico […]

Ventinove volte trippa

Per la ventinovesima volta a Villa San Giovanni in Tuscia, nel viterbese, va in scena la Sagra della trippa. L’organizzazione […]

Il più recente Quaderno pubblicato: acquistalo subito!

Troppa Trippa

Come ricorda Leo Codacci nella prefazione al volume originale, in “Troppa Trippa” Indro Neri ha proposto “uno studio, una ricerca accurata, un atto di amore che esaltano la stessa storia tenuta in vita a Firenze dai ventisette trippai” ed il volume, che era di quasi duecento pagine ma viene ora ripubblicato in agili Quaderni, “è anche far poesia di quella vera… particolarmente per la trippa”. In questa deliziosa ricerca, che aveva impegnato l’autore per tre lunghi anni, era contenuta la storia dei trippai dall’antichità ad oggi, le ricette toscane sulla trippa, quelle regionali da tutta Italia e quelle caratteristiche di ogni nazione oltre ad indicazioni culinarie ripescate da antichi manoscritti o grazie alla tradizione popolare; e ancora curiosità sulla trippa, notizie sulle confraternite italiane e straniere per la promozione della trippa nel mondo, la trippa nella poesia, nella letteratura e nei fumetti, modi di dire e proverbi sulla trippa e molto altro ancora. Tutti questi contenuti – rivisti ed ampliati da nuove ricerche – vengono ora raccolti periodicamente nella collana dei Quaderni di TroppaTrippa.com, pubblicazioni tematiche per la gioia di chi ama la trippa anche se è troppa.

Chi è Indro Neri

Fiorentino, editore, scrittore e giornalista, dal 1997 Indro Neri si occupa di trippa, collabora regolarmente a riviste, siti Internet e blog, ed ha al suo attivo numerosi libri. Appassionato di viaggi e di storia della gastronomia italiana e straniera, è stato ospite di Rai Uno e Rete 4 in veste di esperto di trippa nel mondo ed è tuttora regolarmente invitato a presenziare fiere, concorsi ed eventi gastronomici sul quinto quarto. Uno dei fondatori della Accademia della Trippa nel 2008, nel 2019 è stato insignito del titolo di Commendatore d’Onore della Confraternita d’la Tripa di Moncalieri e dal 2023 fa parte della North American Tripe Association. Indro è sempre disponibile per collaborazioni, interventi e presentazioni sulle mille curiosità legate al tema della trippa.

Tutti gli eventi a cui Indro ha partecipato

Filtra per argomento
Microfinanziamenti di trippa

Per salvaguardare e promuovere la tradizione della trippa, parte del ricavato della vendita dei Quaderni di TroppaTrippa.com viene utilizzato per finanziare trippai nel resto del mondo impegnandosi attivamente in progetti che – in una maniera o nell’altra – hanno a che vedere con il quinto quarto.

Clicca qui per l’elenco dei progetti microfinanziati con le vendita dei Quaderni


Sito riconosciuto

dall’Accademia della Trippa