Pubblicità


 

 

Zvemukati - Ricetta di trippa dallo Zimbabwe

Un chilo di trippa, tre pomodori, una cipolla, olio extravergine d'oliva, acqua, sale (quattro persone).

La ricetta africana dello "zvemukati", il termine con il quale in lingua Shona ci riferisce alle frattaglie, Ŕ di per sÚ molto semplice: si comincia disponendo la trippa tagliata a tocchetti in una pentola, si ricopre di acqua e si porta ad ebollizione continuando poi la cottura a fuoco basso fino a quando non sarÓ diventata tenera. Mettendo da parte il brodo di cottura (dopo aver rimosso il grasso che sarÓ venuto nel frattempo a galla) scolare la trippa, salarla e farla rosolare bene nell'olio. Aggiungervi quindi la cipolla tagliata a tocchetti e continuare a soffriggere. Appena la cipolla sarÓ diventata trasparente unirvi i pomodori e continuare a cuocere a fuoco vivace fino a quando questi non si saranno disfatti. Aggiungere quindi un po' del brodo di trippa messo da parte per creare una salsa piuttosto densa. Lasciare sobbollire il tutto per qualche minuto prima di servire ancora bollente a tavola accompagnandola con riso, polenta o, meglio, con "pap" che Ŕ una farinata di granturco macinato, tipica delle popolazioni Bantu. Alcune versioni di questa ricetta richiedono l'aggiunta di altre spezie (come rosmarino, o peperoncino rosso, o zenzero fresco tritato), ma tradizionalmente la cucina dello Zimbabwe adopera soltanto il sale per conferire sapore ai piatti.


Since June 2008 - © Aerostato, Seattle - All Rights Reserved.