Pubblicità


 

 

Modi di dire e proverbi italiani sulla trippa

NUN C'È TRIPPA PE' GATTI
Detto quando non c'è niente da fare appunto come quando manca la trippa per i gatti

È FINITA LA TRIPPA!
Sono finiti i tempi delle vacche grasse, tempi in cui si mangiava a sbafo o gratis
(di significato simile al più noto "Nun c'è trippa pe' gatti")

GIOVEDÌ GNOCCHI, SABATO TRIPPA
Nel dopoguerra le trattorie romane cominciarono a servire a rotazione settimanale dei piatti tanto semplici quanto tipici: il giovedì gli gnocchi, il venerdì il pesce (in osservanza del precetto cattolico) e di sabato la trippa (manzi e vitelli si macellavano solitamente alla vigilia della domenica), piatto sostanzioso che anticipava la festa del giorno successivo.

A LA TRIPPA LA MENTA, AR PISELLO ER PROSCIUTTO
E SU TUTT'E DUA METTECE UN GOTTO

Un altro modo di dire romano che suggeriva di cucinare la trippa con la menta, i pisellini col prosciutto
e di gustare poi il tutto con un bel bicchiere di vino.

DIVINTARI QUANTU TRIDDINARI DI TRIPPA COTTA
Farsi piccolo piccolo per paura o minacce altrui,
piccolo come la quantità di trippa cotta che si acquista con tre soldi

FÀCCE 'NA FIGURA DE TRIPPAROLO
Fare una figura da trippaiolo cioè una pessima figura:
il lavoro del trippaio non era dei più stimati, associato com'era ad un cibo considerato di infima qualità

LA TRIPPA DE VACCINA FA VERGOGNA A CHI LA CUCINA
Modo di dire che conferma come il precedente la bassa considerazione di cui godeva la trippa

PAN PADOVANO, VIN VICENTINO, CARNE FURLANA, TRIPPE TRIVIGIANE
Ad ognuno la sua specialità, quindi il pane a Padova, il vino a Vicenza, la carne nel Friuli e la trippa a Treviso

VENESSIANI GRAN SIGNORI, PADOVANI GRAN DOTORI,
VISENTINI MAGNA GATI, VERONESI TUTI MATI,
TREVISANI PANE E TRIPPE, ROVIGOTTI TABACCO E PIPE

Un detto popolare veneto che gioca sugli stereotipi regionali

TRIPPA AR SUGO E BACCALÀ IN GUAZZETTO
Detto accennando a qualsiasi cosa che torna a ripetersi
come queste due pietanze che venivano cucinate regolarmente ogni venerdì e sabato

LA COSCIENZA È COME LA TRIPPA: LA VIENE DA TUTTE LE PARTI
Un popolare proverbio toscano

TRIPPA E SECRE SU' 'A VRIGOGNE DA ZUCCA
Trippa e bietole son la vergogna della suocera

A CHI PIACE LA TRIPPA, A CHI ER BUDELLO
Proverbio popolare romano

A CASTELU PIACE PIÙ LA TRIPPA CHE IL BUDELU
Proverbio popolare dell'Umbria

LU TROPPO È TRIPPA
Ovvero il troppo stroppia, in un proverbio popolare della Calabria

LA TRIPPA È NNA RITI: CHIÙ CI MENTI, CHIÙ CI CAPI
Proverbio calabrese che letteralmente significa
"La trippa è come una rete: più ci metti, più ne prende"
riferito al fatto che la trippa assorbe facilmente il sapore
degli ingredienti ai quali viene abbinata

ACQUA COTTA, PANE SPREGA E TRIPPA ABBOTTA
Proverbio popolare romano

SEGGIOLA'EVI CHE POI SI STRIPPA
"Mettetevi a sedere che si mangia la trippa", un modo di dire del vernacolo fiorentino

PORTAI PINNICAS CHE SU CENTU PILLONIS
Modo di dire sardo per indicare una persona contorta e di difficile convivenza col prossimo
(letteralmente "Avere tanti anfratti come il centopelli della trippa")

T'A FAJE CU LL'OVE 'A TRIPPA!
"Te la fai con le uova la trippa!" in dialetto napoletano. La trippa rappresenta una sfortunata situazione che uno deve per forza di cose affrontare, ed il suggerimento di prepararla con le uova servirebbe a rendere meno difficile il doverla mangiare, un po' come il poco di zucchero che serve a mandar giù la pillola.

'A TRIPPA DI ZIANATA
"La trippa di tua zia!", un insulto siciliano utilizzato nel mondo della mafia americana

A FIRENZE FACEVO I' TTRIPPAIO
M'É SUCCESSO UN GROSSISSIMO GUAIO:
LA MI' MOGLIE, UNA DONNA PIACENTE
DAVA VIA LA TRIPPA PE' NIENTE

Una simpatica battuta a rima baciata che gioca sul doppio senso di "trippa"

MANGIA' LA BÜSECA DE SAN BASSAN
VÖR DI' STAR BEN TÜT L'AN

Letteralmente: "Mangiare la trippa di San Bassiano, vuol dire stare bene tutto l'anno": la leggenda sostiene che il vescovo Bassiano promise ai suoi concittadini che la peste non avrebbe mai contagiato Lodi; così fu e per questo Bassiano venne santificato e divenne il patrono della città lombarda, ricordato il 19 gennaio di ogni anno con distribuzione della tradizionale "büseca de San Bassan".


TRIPE TREVISANE
Pittoresco eufemismo con il quale i barcaioli veneziani
indicavano le "donne mondane" (prostitute), anche dette "gratapanze".

LAMPREDOTTO E UN BIANCO POSCIA
MEGLIO È ASSAI D'UNA BRIOSCIA

Modo di dire fiorentino:
un panino al lampredotto si gusta meglio se accompagnato da un bicchiere di vino bianco.

Vedi anche
Modi di dire e proverbi stranieri sulla trippa


Since June 2008 - © Aerostato, Seattle - All Rights Reserved.