Pubblicità


 

 

La trippa al Polo Sud

Fra le vettovaglie imbarcate sulla nave Nimrod salpata il 1 gennaio 1908 dal porto di Lyttelton in Nuova Zelanda alla volta dell'Antartide, l'esploratore britannico Ernest Shackleton fece stivare anche 196 libbre di trippa in scatola, per sé ed i diciassette uomini del suo equipaggio.

La spedizione antartica 1907-1909, la prima delle tre spedizioni britanniche nel continente bianco comandate da Shackleton, partì dalla Gran Bretagna nell'agosto 1907. Fece scalo in Nuova Zelanda per rifornirsi di provviste, prendendo nuovamente il largo il 1 gennaio 1908. Arrivati in vista dell'isola di Ross il 29 gennaio 1908, i tentativi di raggiungere la vecchia base della spedizione Discovery a Hut Point vennero vanificati dal mare ghiacciato. Dopo aver aspettato alcuni giorni che il ghiaccio si spezzasse, il 3 febbraio Shackleton decise di stabilire il campo base nel primo approdo disponibile: capo Royds. In questa baia, protetti dalle alte colline vulcaniche ed al riparo dai forti venti che spazzavano il deserto di ghiaccio, Shackleton ed i suoi uomini montarono un rifugio prefabbricato che funse da base per tutta la durata della spedizione.

Le riserve di acqua dolce erano assicurate da alcuni stagni nelle vicinanze, mentre le colonie di pinguini e di foche della zona integrarono le scorte alimentari della spedizione, ovvero gallette, biscotti, cereali, formaggio, verdure, cioccolato, conserve, sardine e ben quarantadue tipi differenti di carne in scatola, fra cui coniglio al curry, paté di maiale, montone bollito, bistecche, lingua di agnello, stufato di carne all'irlandese, ed appunto trippa e cipolle prodotta dalla Gear Meat Company di Wellington (Nuova Zelanda).


Since June 2008 - © Aerostato, Seattle - All Rights Reserved.